Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Ricette vegetariane’ Category

Ecco a voi la video ricetta per fare senza alcuna difficoltà i tipici dolcetti toscani che io (da buona toscana) tanto adoro! Sono facilissimi da preparare e ottimi da gustare 🙂

Buon 2011 a tutti voi!

Read Full Post »

http://youtube.com/v/VCozB3NCnaY

La mozzarella in carrozza è una tipica ricetta campana, molto usata anche nel resto d’Italia: un gustoso antipasto composto da fette di pane in cassetta dal ripieno di filante mozzarella o altro formaggio (come ho fatto io con l’emmental ad esempio) passate nella pastella di farina e cotte nella padella antiaderente con tre cucchiai di olio.
La ricetta classica è con la pastella di uova, che io ovviamente ho sostituito con quella di farina e le fette sono fritte in abbondante olio.
Buon appetito!

Read Full Post »

http://youtube.com/v/Ijsg_dhezdU

Ecco una ricetta sana e molto adatta alla stagione invernale…

Buon appetito,

Radha

Condividi

Read Full Post »

http://blip.tv/scripts/flash/showplayer.swf?enablejs=true&file=http%3A//blip.tv/rss/flash/2897724&feedurl=http%3A//radharani.blip.tv/rss/&autostart=false&brandname=radharani&brandlink=http%3A//radharani.blip.tv/
La ricetta tradizionale prevede di soffriggere nel burro la noce moscata e la zucca a dadoni. Poi si fa cuocere 10 minuti e si aggiunge acqua e latte in parti uguali.

Intanto si tosta la farina in altro burro e si fa una specie di besciamella da unire poi alla zucca prima di frullare…
Questa versione che propongo nel video è molto più leggera… e a me piace di più!
Radharani

NOTA
Zucca: alimento ricco e completo
La zucca può darti energia e vitalità, l’ortaggio arancione, noto per la concentrazione vitaminica e il gusto dolciastro, nasconde delle potenzialità che vanno sfruttate a pieno. Come antipasto, come primo, come verdura, nel secondo e perché no, anche nei dolci, non ci sono limiti alle mille sfumature di un piatto alla zucca.
La zucca è stata importata in Europa direttamente dal centro america, in Messico la sua naturale diffusione risale a qualche millennio fa, circa il 7 mila a.C. ed era considerata un importante elemento per condire e per cucinare le pietanze. E’ arrivata da noi dopo il 1.500 e lentamente si è diffusa trovando nel clima europeo un buon alleato.
Di zucche ce ne sono tante, non tutte sono arancioni, non tutte sono rugose. La famiglia di questo ortaggio è comune a tutte: si tratta di Cucurbitacee, ma ce ne sono di mille tipi: dolce, dolciastra, non dolce, rotonda, allungata, liscia, rugosa, gialla, verde, marrone, arancio.
La zucca è molto leggera: nonostante il gusto dolce non ha che 15 calorie ogni 100 grammi in media.

Come ortaggio è composto in larga parte di acqua e di zuccheri semplici. In compenso è molto ricca di fibre e di vitamine A e C, insieme a minerali come il ferro, il potassio, il calcio e il fosforo.
La zucca è spesso indicata nelle diete perché previene il tumore, grazie alla componente fibra e liquida, serve per restituire allo stomaco e alle mucose basicità e acqua.
La zucca può essere usata per rimediare a infiammazioni della pelle o degli occhi con una applicazione sulla zona interessata, serve per calmare il dolore provocato dalle scottature e per aiutare a rimarginare le ferite.
In alcuni casi è usata per le cure alle vie urinarie, per prevenire la pressione bassa, i disturbi di stomaco e di intestino, compresi i vermi, combatte l’invecchiamento, usata anche come componente dei prodotti di bellezza e le rughe dell’età. In una dieta può essere una buona soluzione per i momenti di fiacca e di stanchezza generale.

Fonte: Donne e Bellezza
http://www.tantasalute.it

Read Full Post »

INGREDIENTI PER IMPASTO:
300g di farina tipo 00
100g di burro
100g di zucchero
1/2 bicchiere di latte o acqua
1 bustina di lievito per dolci

INGREDIENTI PER RIPIENO:
una ricotta
100g zucchero
50g mandorle tritate

PREPARAZIONE
Unite tutti gli ingredienti necessari all’impasto e lavorateli bene fino ad ottenere una pasta frolla omogenea.
Dividete l’impasto in due parti; con una parte formate un disco di 20cm di diametro circa e mettetelo nella teglia antiaderente o rivestita di carta da forno.
Unite gli ingredienti per il ripieno e ricoprite il disco di impasto che avete messo nella teglia.
Con il restante impasto avete due possibilità:
1- stendete un altro disco e ricoprite il dolce
2- passate l’impasto nello schiaccia patate o nella gratugia per ottenere una copertura irregolare e croccante.
Infornate e lasciate cuocere 20’ a 180°C o finchè non sarà ben dorato.
Se volete prima di servire (dopo averlo fatto raffreddare) potete spolverare con lo zucchero a velo.

NOTA
La ricotta, pur essendo un prodotto caseario, non si può definire formaggio ma va classificato semplicemente come latticino: non viene ottenuta infatti attraverso la coagulazione della caseina del latte, ma attraverso quella delle proteine del siero di latte, cioè della parte liquida del latte che si separa dalla cagliata durante la caseificazione.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: