Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘dieta vegetariana’

Conigli da amare o da mangiare?

Il coniglio in Italia è l’unico animale, assieme al cavallo, che viene considerato sia “da ammazzare” che “da amare”, perché viene allevato e venduto in macelleria ma è anche diventato animale d’affezione.
Una testimonianza
: “Ho vissuto per anni con una coppia di conigli, fratello e sorella. Erano tenerissimi tra loro, e amavano stare distesi l’uno accanto all’altra e leccarsi le orecchie vicendevolmente. D’inverno stavano in casa, d’estate in un recinto in giardino, dove si divertivano un mondo a scavare tane e gallerie. Non erano molto socievoli con gli umani, ma quando decidevano loro, si lasciavano avvicinare e si facevano accarezzare le orecchie, la testa, la schiena. Il maschio adorava farsi prendere in braccio e stare a pancia in su a farsi cullare”.
I conigli vengono agguantati per una qualsiasi parte del corpo, appesi ai ganci a testa in giù e storditi, ma almeno nel 20% dei casi gli animali non raggiungono uno stato di incoscienza. Gli viene poi tagliata la carotide e la giugulare e vengono lasciati dissanguare.
Dopo il dissanguamento, vengono loro tagliate le orecchie e le estremità posteriori per strappargli via la pelle. Vengono poi spellati con una macchina, il loro corpo verrà fatto a pezzi e venduto in macelleria e la loro pelliccia andrà a “decorare” giubbini e cappotti. In un macello si uccidono tipicamente 15.000 conigli ogni settimana.

Guarda il documentario sulla macellazione dei conigli

Fonte: http://www.saicosamangi.info

Annunci

Read Full Post »

Introduzione all'alimentazione vegetariana nella prima infanzia


Da un pediatra esperto in alimentazione vegetariana, la spiegazione di come e perché la scelta vegetariana sia adeguata fin dall’infanzia.
L’adeguatezza nutrizionale di una alimentazione vegetariana in età pediatrica è un argomento che suscita ancora qualche dubbio nel pubblico generale. Il dottor Proietti, pediatra esperto in alimentazione vegetariana, ci spiega come l’adeguatezza di questa alimentazione sia ormai riconosciuta da tempo dalle autorità accademiche pediatriche internazionali.
Gli elementi più importanti da considerare nella valutazione dello stato di salute e del valore nutrizionale di una dieta sono l’accrescimento e lo sviluppo. L’approccio al vegetarismo nei bambini richiede la stessa speciale attenzione di un approccio onnivoro, perché l’alimentazione dei bambini in sé richiede speciale attenzione rispetto a quella degli adulti: l’età evolutiva è esposta infatti, a particolari rischi, sia in difetto che in eccesso, in relazione ai suoi specifici bisogni per la crescita.
Le ricerche sviluppate finora dimostrano che l’accrescimento staturo-ponderale dei bambini cresciuti fin dalla nascita con una alimentazione vegetariana è equiparabile a quello della popolazione infantile di riferimento, ad alimentazione onnivora. Inoltre si rileva in questi bambini una prevalenza della massa magra corporea sulla componente adiposa, dato importante ai fini della prevenzione dell’obesità infantile.
Luciano Proietti
Medico pediatra. Specialista in Pediatria presso l’Università di Torino. Specialista in Chirurgia Pediatrica presso l’Università di Padova. Assistente in pediatria presso il reparto di malattie infettive dell’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino dal 1973 al 1978. Dirigente medico presso la divisione di Chirurgia neonatale dell’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino dal 1978 al 1995.
E’ stato membro dell’Associazione Piemontese per la formazione permanente dei pediatri di famiglia. Si occupa dal 1974, in collaborazione con la Clinica Pediatrica dell’Università di Torino, di ricerche sulla nutrizione non convenzionale (vegetariana, macrobiotica, vegana, ecc.) in età pediatrica.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: